FriendFeed, c’era una volta

Quattro anni fa su un social network chiamato FriendFeed c’era un ragazzo. Non ci siamo mai incontrati, abitavamo lontani (io in Sicilia, lui in Emilia Romagna). Però per un inverno intero e forse di più ci siamo scritti. Niente romanticismi, niente flirt. Però avevamo un rapporto senza dubbio migliore di quello che avevamo con i rispettivi innamorati di allora. Lui è un appassionato di cinema. Aveva anche un tumblr sul quale postava le ultime immagini dei film che vedeva. Noi guardavamo film insieme. Me ne consigliava tantissimi e quando avevamo tempo li guardavamo insieme. Avevamo trovato un programma che permetteva di occupare 3/4 dello schermo con il video e 1/4 con una colonna per chattare. Ci sentivamo tutti i giorni, anche più volte al giorno. Un capodanno, dopo i rispettivi cenoni e brindisi, abbiamo visto insieme Un chien andalou (sì, quello di Luis Buñuel e Salvador Dalí). Ancora oggi per me quello è stato il capodanno più bello della mia vita. Poi, un giorno, si è cancellato da FriendFeed. Non ci siamo più sentiti, neanche su tumblr.

FriendFeed verrà chiuso, destino crudele, proprio il giorno del mio compleanno, tra neanche un mese. Tutti gli utenti stanno scrivendo post di commemorazione e coccodrilli vari, celebrando le amicizie nate o scherzando sui vecchi thread che ci hanno fatto ridere e sorridere in questi anni. A me è venuto in mente lui. Adesso, pensandoci, mi sono ricordata il nome del suo tumblr. L’ho aperto, non ci scrive più (l’ultimo post è del 29 aprile di chissà quale anno). Sul tumblr c’è una lista infinita di film, quelli che lui ha visto. Penso che farò come facevo allora. Ne sceglierò uno da vedere stasera.

Ciao T.

Ciao Friendfeed.

#solongandthanksforallthefish