È morto l’anno. Viva l’anno!

Tutti a fare il post di fine anno. Solo io ancora non mi sono decisa. Così ecco un breve post, scritto in corsa, subito prima di andare a casa dei nonni.
Il 2013 per me è iniziato tardi, è iniziato a luglio. Un po’ come il secolo XX, che tutti i libri di storia chiamano “il secolo breve”. Ecco, per me il 2013 è stato “l’anno breve” e tutto l’anno, a quanto pare, non ho fatto altro che gettare le basi, spero solide, per il nuovo anno, il 2014.
Cose brutte ce ne sono state ma non ne voglio parlare.
Cose belle ce ne sono state e hanno superato quelle brutte, senza dubbio.
La soddisfazione maggiore è derivata da tutte le dimostrazioni di stima che ho avuto da persone che io apprezzo e stimo a mia volta. Sto proseguendo gli studi con ottimi risultati, ho lavorato in biblioteca per l’università, ho collaborato con persone stupende per la rassegna CivilMente, pubblicato un racconto con la casa editrice Blonk e adesso mi diletto a seguire da vicino la scena artistica torinese (ma è ancora troppo presto per parlarne).
Insomma, un anno breve ma intenso.
Sperando che il prossimo anno sia un po’ meno breve ma altrettanto ricco di soddisfazioni auguro a tutti un 2014 ricco di novità positive e sorprese meravigliose.
E stasera a cena mangiate le lenticchie che, come dice mia nonna, portano soldi!
Baci sparsi a tutti!

Chiaralice

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...