La paura fa 180

Eccomi qua. Dopo tanto tempo, a casa dai miei genitori. In un anno la mia vita è stata stravolta più e più volte. Ho avuto tante delusioni e tanti momenti emozionanti, non saprei fare un bilancio esatto.
Posso dire con certezza che questo è stato un anno molto pesante. Se faccio queste considerazioni non è perché si avvicina il 31 dicembre, no, ma perché ieri ho finalmente definito con il professore l’argomento della tesi. Quest’anno ho traslocato tre volte, ho adottato una cucciola, ho cominciato un rapporto meraviglioso, sono andata a vivere da sola con la cagnetta, ho iniziato a lavorare, non sono stata pagata, ho cambiato lavoro e lì ho conosciuto persone meravigliose, i miei colleghi, ho finito di lavorare tre settimane fa e già i ragazzi mi mancano. Ho studiato di notte e lavorato di giorno, ho dato materie, ho pensato a cosa fare “da grande”, ho cercato di dimostrare a tutti ma soprattutto a me di che pasta sono fatta. Ho avuto accanto pochi ma ottimi amici e per questo li ringrazio.
Ora sono a un punto di svolta. La tesi è arrivata. Me l’ero proposta come traguardo in primavera e finalmente, dopo sventure e peripezie, ci sono arrivata. Sarà per questo che sono così emozionata, così eccitata se penso a biblioteche, ricevimenti con il professore, edizioni varie di poesie medievali, trovatori, Siciliani, Francesi…
Accanto all’emozione però si è fatta strada la paura. Ho paura di non riuscire bene come vorrei, di non arrivare a fare ciò che vorrei, di non trovare un lavoro per l’estate prossima. Ho paura di non poter tornare a vivere a Catania, di non trovare una casa in cui poter vivere con la mia cagnolina, di non riuscire a fare un’ottima tesi, di non far diventare reali i miei sogni, neanche i più piccoli.
Mi dico che ora non devo pensarci, non posso far niente al momento se non studiare, finire gli esami e concentrarmi su me stessa per non cadere, ma non serve a niente.
Per la prima volta in vita mia ho seriamente paura e questa paura ha anche un nome, anzi due: Futuro e Fallimento. Ecco spiegato il numero di crediti per finire la triennale: per i laureandi la paura è doppia e non fa 90. Per noi la paura fa 180.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...