Autunno sa di gelsomino appassito

E spargerò sul mio letto
petali di gelsomino appassito.
Li guarderò, a riempirmene gli occhi,
fino a quando anche loro non avranno
assunto il tuo sembiante.

Poi una mano, confusa, rabbiosa,
cancellerà quel folle disegno.
Non resterà che un solo ricordo
Totalmente annebbiato, confuso,
dolciastro di me.

Tesserò come fossero fili di seta
i pensieri, le mie fantasie
e ottenutone un velo pregiato
lo squarterò in mille pezzi,
in centomila stracci.

Ma infondo è pura pazzia…
Non credere a una parola in più
Neanche il Vento potrebbe portare via con sè
la più piccola parte di te.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...